Un variegato microcosmo fatto di volti e sapori, utensili e tradizioni, riti che si rinnovano da millenni. Come la vendemmia,

che esalta la vocazione vitivinicola dell’isola. A Ischia è tornata “Andar per cantine”, la manifestazione 

che conduce i visitatori nei piccoli templi dedicati al dio Bacco, da Panza a Campagnano, da Serrara Fontana alle pendici dell’Epomeo.

Inaugurata ieri, la decima edizione interpreta anche la volontà di tornare, dopo il terremoto, alla quotidianità di un’isola che 

vive un autunno affascinante e turisticamente appetibile, anche grazie ai percorsi enogastronomici. Dieci itinerari si snodano,

 fino al 20 settembre, nell’entroterra di Ischia: partono alle 9.30 e alle 15 (info e prenotazioni 081 908436, www.prolocopanzaischia.it) 

e abbracciano cantine, piccole e grandi, che aprono i loro portoni a turisti e isolani: contadini e amatori rivelano segreti ancestrali

e offrono il vino paesano, in particolare il celebre bianco, accompagnandolo con i prodotti dell’orto in un saporito e orgoglioso

trionfo del “made in Ischia”. In programma anche percorsi serali (“Cantinando sotto le stelle”) e in bicicletta (“Cantinando in bike”, info 333 4104069). 

L’isola contadina ha mille anime: scoprirle può essere affascinante.

 

Tripadvisor

Facebook

Invia E-mail

Newsletter

Latest News

11 November 2017
08 November 2017
08 November 2017

Search